Le Terapie

Restaurativa

L'Odontoiatria Restaurativa si occupa di ripristinare l'anatomia e la funzione dell'elemento dentario compromesso  da carie oppure da traumi, usura meccanica o chimica.

I trattamenti possono essere effettuati con metodi diretti o indiretti. Se la lesione è di dimensioni ridotte essa viene asportata e sostituita con una apposita resina composita. Questo procedimento è detto "otturazione" e viene eseguito con materiali biomimetici, cioè che simulano il colore del dente in modo da non essere notati. Nell' Odontoiatria moderna non viene più usato l'amalgama di argento, dalla colorazione scura, in quanto antiestetico ed in quanto contiene tracce di mercurio, cosa che lo ha reso fuorilegge in diversi paesi europei.

L'ortodonzia restaurativa ha come obiettivo l'eliminazione dei fattori causali della malattia; la motivazione del paziente ad effettuare una ottimale igiene orale ed a seguire una corretta alimentazione; l'individuazione ed arresto delle lesioni decalcificanti iniziali mediante terapie non invasive e di rimineralizzazione; la prevenzione delle lesioni cariose mediante misure non invasive; la terapia convenzionale delle lesioni dei tessuti duri per il mantenimento della vitalità pulpare e la prevenzione di futuri danni ai tessuti calcificati; la restituzione di forma e funzione dei singoli denti; un sostanziale miglioramento estetico.